Come funziona un impianto d’allarme professionale?

Oggi partiamo con una serie di articoli dedicati a chiunque desideri avvicinarsi al mondo degli impianti di allarme.

Ogni settimana pubblicheremo almeno un pezzo dedicato agli aspetti più comuni dei sistemi di sicurezza.

Innanzitutto, qualsiasi impianto d’allarme professionale, è composto da una molteplicità di dispositivi:

Centrale

È il cuore dell’impianto, contiene una scheda in grado di controllare tutti i componenti dell’impianto. Una batteria “tampone” permette alla centrale di funzionare anche in caso di assenza di corrente elettrica.

Combinatore telefonico o GMS

In caso di allarme, invia le comunicazioni, in fonia o SMS, ai numeri di telefono contenuti nella rubrica dell’impianto. I modelli più recenti permettono all’utente di comandare la centrale da smartphone.

Tastiera

Consente di controllare l’allarme. Permette di attivare o disattivare l’impianto, di farlo operare in svariate modalità personalizzabili. Generalmente la tastiera dispone di un display LCD, può essere touch screen oppure con dei tasti in morbida gomma.

Sensori volumetrici

Rilevano la presenza di un intruso, all’interno oppure all’esterno dell’abitazione. Alcuni modelli consentono di discriminare gli animali dagli esseri umani.

Contatti magnetici

Consentono di rilevare l’apertura di porte e finestre. I più evoluti segnalano anche la vibrazione generata da colpi assestati a vetri e finestre.

Sensori per tapparella o serranda

Rilevano il sollevamento di avvolgibili o saracinesche.

Sirena

Installata all’esterno, in caso di intrusione genera un segnale sonoro superiore a 100dB. È corredata anche di un lampeggiante, per segnalare, anche a livello visivo, lo stato di allarme. Viene sempre supportata da una sirena più piccola, posta all’interno dell’abitazione.

Quando l’allarme è inserito, nel momento in cui i sensori rilevano un intrusione, attivano le sirene ed il combinatore, segnalando l’evento al cliente.

Nel prossimo articolo parleremo delle differenze tra impianti cablati e radio.

Ti aspettiamo al prossimo appuntamento, sempre qui sul nostro sito!

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
×